Ego Filosofia:
HOME
IL GIORNALE EGO

leggi il giornale EGO:
numero ZERO

2003:
numero 1
numero 2
numero 3-4
numero 5-6-7
numero 8

2004:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4
numero 5-6-7
numero 8-9-10-11
numero 12

2005:
numero 1-2
numero 3
numero 4
numero 5
numero 6-7-8-9
numero 10
numero 11
numero 12

2006:
numero 2
numero 3
numero 4-5
numero 6-7-8-9
numero 10-11
numero 12 

2007:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4-5-6-7
numero 9-10-11
numero 12

2008:
numero 1
numero 2-3
numero 4-5-6
numero 7

2009:
numero 1
numero 2-8
numero 9

2010:
numero 10

2011:
numero 1
numero 2

2012:
numero 1

2013:
numero 1
numero 2
numero 3

2014:
numero 1
numero 2
numero 3

2015:
numero 1
numero 2
numero 3

2016:
numero 1

2017:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4

2018:
numero 1

 

Ego - il giornale
Periodico di Informazione Culturale e di Ricerca Filosofica

Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Reano, 1 bis - 10147 Torino - Tel e fax 011 3853793
Direttore Responsabile: Carla Orfano - Autorizzazione Tribunale di Torino n° 5671 del 13/02/2003

N° 2  anno 16° - Aprile 2017

PAGINA 1 

   "I diritti li vogliamo, vengono dall'esterno   
i doveri vanno verso la nostra anima.
I diritti sono rivolti verso l'esterno.
I doveri escono da noi.
I diritti urlano,
i doveri sono silenziosi"    

Carla

Il più grande
inquinamento globale
sono i pensieri dell'Uomo

 

di Carla Orfano De Rolandis

L'inquinamento è visto nelle polveri sottili, i tubi di scappamento delle auto, e tutto ciò che sentiamo attraverso i media.
Questo povero pianeta "Terra" purtroppo lo abbiamo inquinato in tutto il suo essere. L'aria era pulita e l'uomo l'ha inquinata. L'acqua era limpida e l’abbiamo avvelenata. La Terra (che ci camminiamo sopra e ci dà tutte le sostanze per la vita) l'uomo è riuscito addirittura a cospargerla di veleni e, per assurdo, ne mangia i frutti che a loro volta, crescendo dal suolo portano in sé le sostanze tossiche. E si nutre di cibo tossico! Ma lo permettono le leggi! Ed allora va bene!
Questa Terra che doveva essere il paradiso terrestre, è diventato un mondo di lacrime.
Da notare che queste azioni vengono prima pensate e poi eseguite. 
Qui comprendiamo quanto l'uomo deve ancora evolvere, nel bene di se stesso e per se stesso.
Rovinare l'armonia del creato, e soprattutto esserne gli autori. Questa è mancanza di evoluzione di coscienza. Ma c'è un inquinamento diabolico che pochi pensano, ed è il più grave che sia mai esistito a livello globale. 
Nei secoli passati le cose brutte accadevano ed a pochi chilometri di distanza erano ignorate: non c’era comunicazione.
Oggi tutto il pianeta soffre di competizione, guerre, lotte di potere. Tutti pensano di avere ragione. Ognuno fa ciò che pensa sia giusto e se ne frega se causa danni agli altri. C'è solo egoismo.
La paura è all'ordine del giorno, chi per un motivo, chi per un altro.
Sulla Terra ci sono poche persone serene. Il triste è che i fatti negativi ne attirano sempre di peggiori.
La "televisione" ha parlato che il sistema sanitario non rimborsa completamente certe medicine, a causa dell’elevato costo.
Guarda caso: hanno nominato le medicine antireumatiche, antidepressive...
Ma con tutti i tipi di pensiero che vengono registrati nella memoria quotidianamente, che stato d'animo può avere oggi l'umanità?
Se stiamo vicino ad una persona nervosa o preoccupata subito percepiamo con la coscienza queste disarmonie.
Ho cercato di descrivere con degli esempi, la tipologia di pensieri che possiede oggi l’uomo. 
L'immagine che ne esce è che gli abitanti di questo pianeta-terra mandano nell'etere attraverso il pensiero un sacco di energie inquinanti. 
Sì, inquinanti perché sono quasi tutte di sofferenza e di dolore a livello globale. 
La nostra Terra è circondata da energie di pensieri devastanti, e solo un grande salto quantico, una urgente presa di coscienza, è l’unico antidoto all'inquinamento creato dai pensieri dell'uomo "sapiens"!
Il creato è tutto armonioso ed ogni sua energia possiede una sua funzione, ma l'uomo vuole sostituirsi a Dio. I pensieri umani non sono ancora in sintonia con Lui.
Vogliamo entrare in questo ordine d'idee e collaborare con esse che sono amore, che sono perfezione!

 

 

E G O
Centro Culturale di Ricerca Filosofica

via Reano 1/bis - 10141  Torino
tel. e fax +39 011 3853793 
e-mail  ego@egofilosofia.it 

- Ego ©2002-2017

torna alla home page

sali ad inizio pagina