Ego Filosofia:
HOME
IL GIORNALE EGO

leggi il giornale EGO:
numero ZERO

2003:
numero 1
numero 2
numero 3-4
numero 5-6-7
numero 8

2004:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4
numero 5-6-7
numero 8-9-10-11
numero 12

2005:
numero 1-2
numero 3
numero 4
numero 5
numero 6-7-8-9
numero 10
numero 11
numero 12

2006:
numero 2
numero 3
numero 4-5
numero 6-7-8-9
numero 10-11
numero 12 

2007:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4-5-6-7
numero 9-10-11
numero 12

2008:
numero 1
numero 2-3
numero 4-5-6
numero 7

2009:
numero 1
numero 2-8
numero 9

2010:
numero 10

2011:
numero 1
numero 2

2012:
numero 1

2013:
numero 1
numero 2
numero 3

2014:
numero 1
numero 2
numero 3

2015:
numero 1
numero 2
numero 3

2016:
numero 1

2017:
numero 1
numero 2
numero 3
numero 4

2018:
numero 1
numero 2

2019:
numero 1
numero 2
numero 3

 

 

Ego - il giornale
Periodico di Informazione Culturale e di Ricerca Filosofica

Direzione, Redazione, Amministrazione: Via Reano, 1 bis - 10147 Torino - Tel e fax 011 3853793
Direttore Responsabile: Carla Orfano - Autorizzazione Tribunale di Torino n° 5671 del 13/02/2003

N° 3  anno 18° - Dicembre 2019 

PAGINA 1 

   "Non importa cosa trovi sotto l’albero, ma chi trovi intorno"   
Stephen Littleword

Surriscaldamento terrestre 

     di Carla Orfano De Rolandis


Siamo vicini al S. Natale e per chi è abituato a riflettere, questi giorni dovrebbero essere un’occasione per farlo con più consapevolezza. Capire, comprendere, che senso ha tutto ciò che sta accadendo su questa terra. Sono giorni in cui l’uomo dovrebbe essere più in contatto con la sua parte più profonda, riflettere ed incontrare ciò che è in lui, che c’è sempre stato ma, la vita di ogni giorno fatta di preoccupazioni, di tensioni, paure, invidie e competizioni; queste ultime creano una barriera (altro che il muro di Berlino) e tolgono il contatto con la nostra anima. 
Tutti questi pensieri negativi che scorrono nell’etere, nello spazio, nella nostra atmosfera, quanti sono? Siamo circa 7 miliardi di persone, proviamo ad immaginare una persona quanti pensieri può fare, secondo il tipo di esistenza che sta vivendo. Ognuno di noi può capire ciò, se si guarda le proprie esperienze quotidiane. Il nostro pensiero è in continua elaborazione ed è facile capire guanti pensieri l’uomo sia in grado di dargli vita.
Il problema è che sono energie che costellano lo spazio, non spariscono: lo dimostra il fatto che molti dei nostri pensieri diventano azioni e gli altri incompiuti creano frustrazioni. 
Oggi ci sono più frustrazioni che azioni conclusive, quindi i pensieri che circondano lo spazio attorno la terra sono di insoddisfazione, irritazione, sentirsi meno, competizione, invidie, stanchezza, depressione, violenza, maleducazione, confusione, perdita dei giusti valori umani. 
Queste energie incendiano l’etere di un coloro invisibile, perché il pensiero è invisibile se non viene espresso. Meno l’uomo si esprime e più caldi divengono i suoi pensieri (provate ad immaginare quando ci arrabbiamo che energia contiene il nostro corpo, è potente).
La nostra atmosfera è inquinata di pensieri brutti. Chiediamoci: cos’è l’inferno? Ce l’hanno dipinto come un luogo ove il fuoco brucia di continuo, ove l’uomo non si è evoluto non ha fatto buoni pensieri, quindi azioni non giuste per la propria evoluzione! Questi pensieri surriscaldano la nostra atmosfera ed ognuno di noi la respira: surriscaldamento terrestre! Il pensiero negativo diventa azione negativa. 
E’ solo l’uomo che su questa terra ha la capacità di spostare un albero, di tagliarlo.
L’uomo può migliorare la sua esistenza soltanto pulendo la memoria. Ed è ciò che facciamo nella nostra associazione di Filosofia.

 

 



 

E G O
Centro Culturale di Ricerca Filosofica

via Reano 1/bis - 10141  Torino
tel. e fax +39 011 3853793 
e-mail  ego@egofilosofia.it 

- Ego ©2002-2019

torna alla home page

sali ad inizio pagina